Spirulina italiana: tutto in un’alga

SPIRULINA, IL SUPERFOOD….

Ormai da tempo la spirulina, “microalga” appartenente al gruppo tassonomico dei cianobatteri (i primi viventi comparsi sul pianeta), è entrata in pubblicazioni scientifiche, espressione di crescenti ricerche, e crescente è anche il consenso di milioni di consumatori, sia del prodotto merceologico come tale che di integratori che la contengano. L’attenzione, in un mercato estremamente diversificato nell’offerta e nella provenienza, deve necessariamente spostarsi verso la qualità e la sicurezza, essendo il rischio potenziale strettamente correlato alle caratteristiche delle acque di coltivazione e alle tecniche di produzione. L’Alga Spirulina Italiana (A.S.I.) è un prodotto di qualità garantita in quanto la filiera di produzione è interamente biologica e 100% Italiana; tutti i lotti mensili vengono analizzati per quanto riguarda il contenuto dei metalli pesanti che è circa 20-30 volte inferiore a quello dei limiti imposti dalla legge italiana. Si tratta di un prodotto dagli standard elevati, al punto da avere una quantità di agenti inquinanti tanto bassi da poter essere usata anche in campo farmaceutico e non solo alimentare. Sempre per il basso livello di agenti inquinanti si tratta di una spirulina migliore anche per quanto riguarda le proprietà organolettiche (palatabilità decisamente migliore rispetto al prodotto di altra origine). L’Alga Spirulina Italiana è composta solo da spirulina di acqua dolce, che quindi non contiene iodio, e non va ad interferire con l’attività della tiroide né stimola la produzione ormonale da essa attivata. L’alga spirulina contiene un’alta percentuale di proteine (tra il 55 e il 60% e anche oltre), che permettono l’apporto di tutti gli aminoacidi, compresi quelli “essenziali”. Tra le proteine troviamo il principale principio attivo dell’alga, ossia la ficocianina, che rappresenta il 10% del peso dell’alga secca. Degna di nota è anche la presenza di acidi grassi, in particolare di omega-6 (come l’acido gammalinoleico), utili in quanto precursori dei mediatori delle reazioni immunitarie. La spirulina è inoltre ricca in vitamine, contiene infatti β-carotene (provitamina A), vitamina E, biotina (essenziale per il funzionamento di molti enzimi) e vitamine del gruppo B di cui la più abbondante è la vitamina B12. In quantità importanti, sono anche i minerali : principalmente Ferro, Calcio, Fosforo e Potassio.
Ma vediamo quali attività esercita la spirulina sul nostro organismo…

 

ATTIVITA’ ANTINFIAMMATORIA

La ricchezza in ficocianina fa sì che l’alga abbia spiccate proprietà antiinfiammatorie, infatti la ficocianina è un inibitore delle cicloossigenasi-2, enzimi molto importanti nello sviluppo e nella diffusione delle infiammazioni, in quanto promuovono la sintesi di prostaglandine. La ficocianina va a interferire anche con altri principali mediatori dell’infiammazione tra cui le interleuchine e la ossido nitrico sintetasi. La ficocianina esercita inoltre un’azione indiretta nei confronti degli stati infiammatori, grazie al suo forte potere antiossidante: gli stati infiammatori sono infatti caratterizzati dalla produzione di radicali liberi di ossigeno che vanno a danneggiare ulteriormente le cellule e i tessuti e la ficocianina, agendo come forte antiossidante, neutralizza i radicali liberi favorendo una riduzione dell’infiammazione. Il quadro si completa per la presenza di vitamina B6, che interferisce con la produzione e con la funzione di altre interleuchine incrementando ulteriormente il potere antiinfiammatorio dell’alga. Le proprietà antiinfiammatorie della spirulina sono state dimostrate sia in casi di artrosi, sia in studi condotti su cellule cerebrali indicando un potere anche a livello dell’encefalo.

 

AZIONE ANTIOSSIDANTE

Come accennato la spirulina ha forti proprietà antiossidanti dovute all’azione di molti dei suoi componenti principali. La ficocianina ha un potere antiossidante pari a 40 volte quello dell’acido ascorbico, e il β-Carotene è un carotenoide conosciuto per le sue spiccate proprietà antiossidanti. L’alga inoltre contiene superossido dismutasi e catalasi, enzimi antiossidanti, promuovendone l’attività all’interno delle cellule umane. Anche le vitamine e i sali minerali contenuti nella spirulina contribuiscono al suo effetto antiossidante che è utile nel coadiuvare il trattamento di diverse condizioni quali ad esempio lo stato di infiammazione, lo stato di invecchiamento della pelle, e il corretto funzionamento delle cellule sottoposte a vari tipi di stress. Come forte antiossidante la ficocianina agisce anche da neuroprotettore ed epatoprotettore andando a proteggere le cellule nervose dallo stress ossidativo, anche indotto da ferro, e andando a proteggere gli enzimi epatici quali, ad esempio, Citocromo P450 e glucosio-6-fosfatasi.
L’effetto antiossidante contribuisce inoltre alle capacità protettive del sistema cardiovascolare in quanto lo stress ossidativo, collegato anche al danno mitocondriale, gioca un ruolo importante nell’insorgenza di malattie cardiovascolari tra cui principalmente l’aterosclerosi.
Azione immunostimolante La spirulina va a incrementare il numero di cellule producenti anticorpi e la loro capacità di produrli. Stimola l’attività dei macrofagi, e quella dei linfociti promuovendo le funzioni immunitarie e la resistenza alle malattie. In particolare, la ficocianina aumenta l’attività delle difese biologiche contro le malattie infettive sostenendo la funzione delle mucose del sistema immunitario e riducendo le infiammazioni dovute ad allergia sopprimendo gli anticorpi antigene-specifici IgE.

 

EFFETTO IPOLIPIDEMICO 

Diversi studi hanno dimostrato che l’assunzione ne di 4g di spirulina per 2-3 mesi comporta una riduzione del colesterolo LDL e VLDL unitamente ad un aumento dei livelli di colesterolo HDL.
Si è notato anche un abbassamento dei trigliceridi e una riduzione della pressione sia sistolica che diastolica sia negli uomini che nelle donne. Questi effetti permettono una riduzione del rischio di insorgenza di disturbi cardiovascolari legati ad una eccessiva quantità di colesterolo LDL e trigliceridi o a un livello troppo basso di colesterolo HDL (Aterosclerosi ed Ipercolesterolemia). L’effetto ipolipidemico aiuta anche a prevenire e/o aiutare le condizioni di obesità in quanto si abbassa il livello di colesterolo e di trigliceridi, diminuisce la pressione sanguigna (la pressione alta è un fattore di rischio per malattie cardiovascolari molto marcato negli individui obesi), e in quanto la spirulina ha anche un comprovato effetto di diminuzione dell’appetito per la presenza di fenilalanina, è percepita dal cervello come “segnale” biochimico di sazietà. La straordinaria ricchezza in proteine (almeno tre volte più della carne) stimola la secrezione di colecistochinina (CCK), ormone gastrointestinale che innesca processi digestivi che spengono la sensazione di fame.

 

AZIONE ANTIDIABETICA

È stato dimostrato che la somministrazione di spirulina aumenta i livelli di insulina e di peptide – C, con conseguente abbassamento dell’iperglicemia. Un ulteriore effetto nei soggetti diabetici è la normalizzazione dei livelli di emoglobina nel sangue dovuta a un’eccessiva presenza di glucosio in esso: la spirulina determina infatti una diminuzione dei livelli di glucosio nel sangue, correlata con l’aumento dei livelli di emoglobina. Nei casi di diabete inoltre si riscontra spesso una diminuzione del peso corporeo, dovuto a una diminuzione dell’attività dell’esochinasi nel fegato e ad un aumento dell’attività delle glucosio- 6-fosfatasi; l’assunzione di spirulina fa sì che le attività di questi enzimi tornino a essere bilanciate come negli stati fisiologici e quindi contrasta la perdita patologica di peso corporeo. D’altro canto, l’assunzione di spirulina può migliorare gli effetti indesiderati derivanti dall’utilizzo di farmaci per il diabete regolando il rapporto tra LDL e HDL, l’apporto di calcio e quello di fosforo, che spesso sono parametri che vengono modificati da tali farmaci.

 

EFFETTO PREBIOTICO

La spirulina è riconosciuta come efficace prebiotico: i prebiotici stimolano la crescita dei batteri acido lattici nel tratto gastro-intestinale, e sono implicati nel mantenimento della salute intestinale, nella prevenzione delle coliti, nella stimolazione del sistema immunitario, nella rimozione del colesterolo e nella prevenzione dell’obesità e della costipazione.

 

INTEGRAZIONE VITAMINICA

La spirulina è ricca di vitamine, in particolare del gruppo B, ma contiene anche vitamina C, vitamina E e pro-vitamina A. La vitamina B1 contribuisce al corretto funzionamento del metabolismo dei carboidrati, del sistema nervoso e di quello cardiovascolare. La vitamina B2 è necessaria per catalizzare numerose reazioni enzimatiche incluse quelle atte ad attivare altre vitamine e le reazioni di ossido-riduzione del metabolismo dei carboidrati. Tra queste vi sono la decarbossilazione ossidativa del piruvato, e il trasporto di elettroni durante la respirazione cellulare; è necessaria dunque alla produzione di energia. La vitamina B6 è un importante cofattore nelle reazioni del metabolismo e catabolismo di aminoacidi e acidi grassi, del ripiegamento delle proteine e della biosintesi dei neurotrasmettitori dopamina, epinefrina e serotonina. È un buon antiossidante e ha capacità antiinfiammatorie in quanto interagisce con alcuni mediatori dell’infiammazione. La vitamina B9, comunemente conosciuta come acido folico, è essenziale per la sintesi delle basi azotate puriniche e pirimidiniche (principali costituenti di DNA e RNA) e di alcuni aminoacidi. La quantità di acido folico circolante è correlata con quella dell’omocisteina, una maggiore presenza del primo diminuisce i livelli sanguigni della seconda, prevenendo una serie di danni fisici dovuti a livelli di omocisteina troppo alti. Tra queste patologie rientrano Aterosclerosi, Ipertensione, pro-coagulazione, danni al tessuto connettivo, neurotossicità ed embriotossicità correlate: l’acido folico è utile in gravidanza appunto per ridurre al minimo il rischio di embriotossicità. L’acido folico ha inoltre effetto rinvigorente sulla fertilità di individui sia maschili che femminili; migliora le risposte terapeutiche nel trattamento dell’ovaio policistico e previene alcuni sintomi della menopausa, tra cui le “vampate”. La vitamina B12 è cruciale per il normale funzionamento del sistema nervoso, ed è anche coinvolta nella formazione dei globuli rossi e nella creazione e regolazione del DNA. Il metabolismo di tutte le cellule dipende da questa vitamina in quanto gioca un ruolo fondamentale anche nella sintesi degli acidi grassi e nella produzione di energia. La vitamina C è importante per il corretto funzionamento del sistema immunitario e per la sintesi del collagene che rinforza i vasi sanguigni, la pelle, i muscoli e le ossa. È coinvolta in varie reazioni catalizzate da ossigenasi (sintesi carnitina, sintesi degli acidi biliari, riduzione dell’acido folico, assorbimento del ferro, rigenerazione della vitamina E) e svolge un’azione antistaminica. Quest’ultima caratteristica, unitamente all’apporto dei sali minerali e alle proprietà antiinfiammatorie rende la spirulina utile in casi di raffreddore. La vitamina E e la provitamina A (β-carotene) sono forti antiossidanti, la prima è molto importante nel mantenimento strutturale delle membrane cellulari, soprattutto dei globuli rossi, la vitamina A invece è invece importante durante la divisione cellulare e per il corretto funzionamento della funzione visiva.

 

INTEGRAZIONE DI MINERALI

Per il suo contenuto di Ferro, la spirulina è molto utile per le donne in gravidanza, per i bambini e nei soggetti anemici A differenza dei normali supplementi di Ferro, che vengono dati sotto forma di solfato ferroso, e che causano quindi spesso diarrea, il Ferro contenuto nella spirulina è altamente biodisponibile e senza effetti collaterali. Il Calcio, il Fosforo e il Magnesio sono presenti nell’alga con quantità comparabili a quelle del latte. Il Calcio è molto importante per il funzionamento dei muscoli e per la trasmissione del segnale elettrico nei neuroni. Il Fosforo svolge un ruolo fondamentale nella trasmissione dei messaggi intracellulari e nello stoccaggio energetico tramite formazioni di legami ad alta energia.
Infine, il Magnesio è un importante cofattore di moltissimi enzimi, mentre il Potassio, altro minerale presente in quantità degne di nota, è essenziale per il funzionamento dell’intero organismo e per il mantenimento del suo equilibrio idrico salino.

 

CONCLUSIONI

Può sembrare sorprendente che la spirulina contenga in pratica tutto ciò che serve al metabolismo umano, ma non è così: quando si formò la Vita sulla Terra, 3,5 miliardi di anni fa, grazie ai Cianobatteri, microrganismi fotosintetici al cui gruppo la spirulina appartiene, si misero a disposizione della successiva evoluzione proprio le “mattonelle” che questi microrganismi possedevano.
Questa semplicissima considerazione apre scenari interessanti in chiave planetaria (minima “impronta idrica” rispetto a qualsiasi altro alimento), nutrizionale e medica. Unica ma fondamentale attenzione essendo quella relativa alle acque di coltivazione e alle tecniche di preparazione, in uno scenario internazionale che vede indubbiamente il prodotto italiano biologico ai vertici assoluti per qualità e sicurezza.

 

di  Rebecca Binacchi e Pier Francesco Pavani

 

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE

1. Mitra et al. C-Phycocyanin protects against acute tributyltin chloride neurotoxicity by modulating glial cell activity along with its anti-oxidant and anti-inflammatory property: A comparative efficacy evaluation with N-acetyl cysteine in adult rat brain (2015);
2. Madhava et al. “Selective Inhibition of Cyclooxygenase-2 by C-Phycocyanin, a Biliproteinfrom Spirulina platensis” (2000); 
3. Zhang et al. “Vitamin B6 prevents IL-1β production by inhibiting NLRP3 inflammasome activation” (2016)
4. Deng and Chow “Hypolipidemic, Antioxidant and Antiinflammatory Activities of Microalgae Spirulina” (2011)
5. Liu et al. “Medical Application of Spirulina platensis Derived C-Phycocyanin” (2016)
6. Hoseini et al. “Nutritional and Medical Applications of Spirulina Microalgae” (2013)
7. Patel and Goyal “Current and Prospective Insights on Food and Pharmaceutical Applications of Spirulina” (2013)
8. Deng and Chow “Hypolipidemic, Antioxidant and Antiinflammatory Activities of Microalgae Spirulina” (2011)
9. Hoseini et al. “Nutritional and Medical Applications of Spirulina Microalgae” (2013)
10. Karkos et al. “Spirulina in Clinical Practice: Evidence-Based Human Applications” (2008)
11. Patel and Goyal “Current and Prospective Insights on Food and Pharmaceutical Applications of Spirulina” (2013)
12. Karkos et al. “Spirulina in Clinical Practice: Evidence-Based Human Applications” (2008)
13. Zeinalian et al. “The effects of Spirulina Platensis on anthropometric indices, appetite, lipid profile and serum vascular endothelial growth factor (VEGF) in obese individuals: a randomized double blinded placebo controlled trial” (2017) 
14. Torres-Durán et al. “Studies on the preventive effect of Spirulina maxima on fatty liver development induced by carbon tetrachloride, on rat” (1998)
15. Layam and Reddy “Antidiabetic property of Spirulina” (2007)
16. Bhowmik, Dubey and Mehra “Probiotic Efficency of Spirulina platensis-Stimulating growth of Lactic Acid Bacteria” (2009)

 

Ti potrebbe interessare..

Iscriviti alla Newsletter di AtlWorld

per ottenere un campione omaggio di

Atl Sport o Atl Slim!