Superfood

Superfood

Si sente parlare spesso di superfood, ma cosa sono realmente?
Non esiste reale definizione e classificazione per questo gruppo di alimenti, così chiamati per la loro ricchezza in nutrienti cui sono attribuiti effetti benefici.
Le autorità competenti non riconoscono claims “ufficiali” (ovvero indicazioni sugli effetti positivi alla salute)   riferite agli alimenti stessi.
La “categoria” non è ufficializzata da esperti del settore o da enti regolatori quali, ad esempio, la FDA statunitense (Food and Drug Administration) o l’EFSA (Commissione Europea per la Sicurezza Alimentare).
I superfood non sono la panacea di tutti i mali, sostenerlo significa alimentare la generale disinformazione.
Ciononostante ciascun superfood contiene nutrienti importanti  la cui assunzione in un contesto di vita sana e all’ interno di una dieta varia ed equilibrata può contribuire al generale stato di salute.
Oggi faremo la conoscenza di 5 superfood, selezionati tra quelli maggiormente noti.

SPIRULINA

Microalga appartenente al gruppo dei cianobatteri (i primi viventi comparsi sul pianeta).
Organizzazioni spaziali quali NASA (National Aeronautics and Space Administration) o ESA (European Space Agency) hanno individuato nella Spirulina l ‘alimento ideale per i viaggi spaziali, grazie alla alta concentrazione in nutrienti in pochi grammi di prodotto.
Inoltre è stata definita “alimento del futuro” durante la Conferenza Mondiale dell’Alimentazione dell’ONU (1974)
e “miglior cibo del XXI secolo” dalla Organizzazione Mondiale della Sanità.

Nutrienti

L’alga spirulina contiene un’alta percentuale di proteine (tra il 55 e il 60% e anche oltre), che permettono l’apporto di tutti gli aminoacidi, compresi quelli essenziali.
Degna di nota è anche la presenza di acidi grassi, in particolare di omega-6 (come l’acido gamma- linoleico). Vitamine: β-carotene (pro- Vitamina A), vitamina E, biotina (essenziale per il funzionamento di molti enzimi) e vitamine del gruppo B. In quantità importanti, sono anche i minerali : principalmente Ferro, Calcio, Fosforo e Potassio.

Attività

Studi scientifici hanno evidenziato una azione: antiossidante, antinfiammatoria,  immunostimolante, antidiabetica, oltre all’effetto prebiotico e all’integrazione proteica, vitaminica e di minerali.

 

 

AVOCADO

E’ un frutto tropicale, diffuso nell’america centrale e nell’america del sud.
Considerato afrodisiaco dalle civiltà precolombiane.

 

Nutrienti

L’avocado è molto energetico.
La principale fonte calorica è rappresentata dai lipidi, è presente un elevato quantitativo di acidi grassi monoinsaturi, in particolare acido oleico omega 9 (lo stesso dell’olio extravergine di oliva).
La percentuale di grassi saturi invece è modesta e il colesterolo è assente.
E’ presente un alto quantitativo di fibre.
Sono abbondanti oligoelementi come: potassio, magnesio, zinco, manganese e fosforo.
E’ presente inoltre vitamina B5, vitamina B6, vitamina K, vitamina E, vitamina C .
Le proteine sono scarse e dal basso valore biologico.

 

Attività

Studi suggeriscono che l’avocado possa risultare utile per la salute cardiovascolare, per via del basso contenuto di grassi saturi e l’alto contenuto di grassi insaturi.
In particolare l’avocado sembrerebbe utile nella lotta all’ipercolesterolemia, con la riduzione dei trigliceridi e colesterolo LDL (cattivo) un incremento del colesterolo HDL (buono), moderando comunque l’apporto di altri fonti lipidiche.
Inoltre l’alta quantità di fibre solubili oltre a stimolare il senso di sazietà, contribuisce alla salute dell’intestino.

 

NOCI DI MACADAMIA

Sono i frutti della Macadamia, specie originaria dell’Australia, ma coltivata anche in sud Africa e Stati Uniti.

 

Nutrienti

Alimento dall’alto apporto energetico, tra i semi vanta tra le più alte concentrazioni di acidi grassi monoinsaturi (soprattutto oleico e palmitoleico).
Troviamo oligoelementi: buone concentrazioni di potassio, magnesio, zinco, rame, ferro, fosforo, calcio.
Come  vitamine, spiccano vitamine del gruppo B,  la B1 e la B3.
Tra gli antiossidanti individuiamo tocoferoli, tocotrienoli e squalene.
Le noci di macadamia vanno assunte con moderazione per via dell’alta concentrazione lipidica e sarebbero da evitare in caso di sovrappeso.

 

Attività

Le noci di macadamia sembrano esercitare una azione favorevole in caso di ipercolesterolemia, favorendo la riduzione del colesterolo totale e del colesterolo LDL in soggetti iperlipidemici.
Questo si traduce in una riduzione del  rischio cardiovascolare .
Va menzionata anche la protezione dallo stress ossidativo.

 

BACCHE DI GOJI

Sono il frutto di piante arbustive (Lycium Barbarium e Chinense) diffuse in Asia e dalla lunga tradizione officinale, la loro diffusione in occidente è piuttosto recente

 

Nutrienti

La componente proteica e amminoacidica ha scarsa rilevanza.
La frazione lipidica è contenuta ed è costituita principalmente da grassi insaturi ma in parte anche da  grassi essenziali omega 6 (acido linoleico) e omega 3 (alfa-linoleico).
I carboidrati, sotto forma di polisaccaridi, rappresentano la principale componente nutritiva.
Tra le vitamine, troviamo in particolare la E, la provitamina A (sottoforma di carotenoidi), la C e la B2.
Sono presenti anche oligoelementi: calcio, zinco, potassio e ferro.

 

Attività

Benchè l’efficacia a livello clinico di questo alimento sia ancora da dimostrare, le bacche di goji mostrano interessanti proprietà, in particolare antiossidanti.
Alcuni studi di piccole dimensioni condotti su estratti concentrati del frutto, parrebbero evidenziare una azione antitumorale.

 

 

 

CURCUMA

Ci si riferisce spesso alla spezia, che viene ottenuta da una pianta appartenente alla medesima famiglia dello zenzero, le Zingiberaceae.
Viene da lungo tempo impiegata nella medicina cinese.

 

Nutrienti

La curcuma contiene fibre, fenoli (flavonoidi), la componente glucidica è preponderante.
Individuiamo anche oligoelementi: calcio, ferro, sodio.
Vitamina C.
Ma la componente più importante e maggiormente attiva è rappresentata dalla curcumina, il pigmento che conferisce il caratteristico colore arancio alla curcuma e che rappresenta solo una piccola percentuale della spezia.

 

Attività

L’attività della curcuma, è riconducibile primariamente alla curcumina, anche se il suo meccanismo d’azione non è ancora pienamente compreso.
Studi hanno evidenziato una azione  antiossidante, antinfiammatoria, epato-protettiva, oltre che antitumorale e protettiva nei confronti di patologie neurodegenerative.

 

Restate sintonizzati perché prossimamente passeremo in rassegna altri superfood!

Visto
Navigazione
Close

Carrello

Close

Wishlist

Visti di recente

Close

Grande! A breve sarai dei nostri.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

I dati da te indicati saranno utilizzati per migliorare la tua esperienza sul sito web. Ti invitiamo a leggere la privacy policy.

Hai già un account?

Close

Categorie